riflessioni

Giornata della memoria

Il giorno della memoria è istituito in Italia tramite la legge 211 del 20 luglio 2000. La data del 27 gennaio è in onore della liberazione di Auschwitz: vengono commemorate le vittime del nazismo e delle leggi razziali italiane, insieme a tutti coloro che si opposero ed aiutarono le vittime. L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, riunitasi il 1° novembre 2005, ha proclamato ufficialmente, in occasione dei 60 anni dalla liberazione dei campi di concentramento, il 27 gennaio “Giornata Internazionale della Commemorazione” per ricordare le vittime dell’Olocausto. Secondo il testo dell’Assemblea Generale del 2005, ogni anno, il 27 gennaio, tutti gli stati membri delle Nazioni Unite hanno il dovere di inculcare nelle generazioni future le “lezioni dell’Olocausto”. A questo scopo, è stata istituito un gruppo internazionale per l’educazione, la ricerca e il ricordo. Questa risoluzione rifiuta, inoltre, in modo chiaro qualsiasi tentativo di negazione dell’Olocausto come evento storico, sia totale che parziale, chiedendo parallelamente che i luoghi che un tempo ospitavano campi di concentramento, di lavoro e di sterminio vengano conservati. In questa giornata, infine, l’intolleranza, l’odio e l’aggressività verso persone e comunità motivate da differenze religiose ed etniche sono condannate senza riserva. 

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress