riflessioni

La creazione come trasformazione

«Non c’è un momento in cui Dio crea e un momento nel quale le cause seconde si sviluppano. C’è sempre un’unica azione creatrice che solleva continuamente le creature verso un “più/essere” in favore della loro attività seconda e dei loro perfezionamenti anteriori. La creazione così intesa non è una intrusione periodica della Causa prima: è un atto coestensivo a tutta la durata dell’universo. Dio crea dall’origine dei tempi, e, vista dal di dentro, la sua creazione ha la figura di una trasformazione. L’essere partecipato non è posto per blocchi che si differenziano ulteriormente grazie a una modificazione non creatrice: Dio immette continuamente in noi l’essere nuovo» (P. Teilhard de Chardin, «Sulla nozione di trasformazione creatrice», 30).

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress