Per professori

La nostra Università porta un nome di grande ricchezza, inesauribile per quanto riguarda le provocazioni e le scoperte a cui apre. Nel mondo biblico la parola che traduciamo con “Sapienza” (in ebraico “hokma”) significa in prima battuta l’abilità tecnica dell’artista. Più avanti passa a significare “l’arte di vivere”. Fare della propria vita un capolavoro artistico è lo scopo della “Sapienza”.

Non c’è nella Bibbia differenza fra “Sapienza umana” e “Sapienza divina” perché ogni uomo è confrontato con le stesse domande basilari della vita. E ogni uomo nel suo lavoro e nella sua competenza specifica ricerca la Sapienza e la “ascolta”.

La Cappella della Sapienza quindi propone un percorso, il cui obbiettivo è l’organizzazione di un convegno aperto a tutti su:

“Cos’è la Sapienza. Lo studio come arte di vivere”.

In esso gli stessi partecipanti al seminario espongono una nuova relazione rielaborata durante l’anno alla luce del confronto con la tradizione biblica e con le altre discipline. In questo modo l’intero percorso del seminario è una profonda preparazione al convegno pubblico.

 

A CHI È RIVOLTO

Il seminario è previsto per un numero chiuso di docenti (e ricercatori), idealmente rappresentativi di diverse Facoltà. I partecipanti al seminario non dovrebbero superare la ventina. Il convegno finale è invece aperto a tutti.

 

QUANDO

Un incontro mensile, da gennaio 2015 a gennaio 2016. In ogni incontro una relazione di un docente e una relazione di un biblista. Poi dibattito.

Verso febbraio-marzo del 2016, convegno pubblico.

 

SEGRETERIA DI COORDINAMENTO

Segreteria e contatto: p. Jean-Paul Hernández SJ, cappellano (hernandez.j@gesuiti.it, 329 447 24 99)

Comitato organizzativo: Prof. F. Lanchester (Sapienza, scienze politiche), Prof. G. Bachelet (Sapienza, fisica), Prof.ssa M. C. Benvenuto (Sapienza, lettere), Prof. G. Parnofiello SJ (PFTIM, teologia, cappella Sapienza).

 

DOVE

Presso i locali della Cappella della Sapienza.

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress