riflessioni

Vuoi capire i dogmi? Leggi i fumetti

scritto da p. Leonardo

Leggere fumetti non è che sia per forza una perdita di tempo, anzi a volte diventa utilissimo.

Per esempio per capire che cos’è un dogma.
Abbiamo un’immagine terrificante dei dogmi. Li vediamo come il peggio del peggio della religione perché ci pesa il fatto che non siano discutibili e ci danno l’impressione di impedire ai cristiani di riflettere liberamente. Uno se li ritrova addosso ed è “costretto a credere” ad espressioni che a volte non capisce nemmeno.

E che c’entrano i fumetti? C’entrano eccome!

Tempo fa lessi un libro, L’arte Invisibile di Scott McCloud, dove si spiegava i fumetti non tanto dal punto di vista delle storie, ma come mezzo di espressione: l’uso delle nuvolette, dei caratteri e tutte queste cose qua. Quando passa a spiegare le vignette, l’autore parla dell’ellisse (come la chiama lui), cioè della capacità che abbiamo di completare quello che non percepiamo interamente. La usiamo anche quando leggiamo un fumetto, perché ci permette di percepire le vignette di un fumetto legate tra loro. L’immagine che ho messo mostra un campanello e l’interno della casa di Dylan Dog. Sono figure diverse, ma è la nostra immaginazione che si immagina il dito che preme il campanello, che suona in tutta la casa. Magari lo sentiamo anche suonare!

credoefumettidd

Ogni vignetta, quindi, non è separabile dalle altre, ma entra a far parte dello scorrere della narrazione. Perché questo succeda, è indispensabile una cosa semplicissima: la riga bianca tra un’immagine e l’altra.

Questo spazio vuoto è lo spazio della nostra libertà, della nostra immaginazione in cui ci coinvolgiamo di persona.

Con i dogmi non credo che sia molto diverso: ci sono alcuni punti centrali che nascono dalla riflessione della Chiesa e che ci sono consegnati. Sono concetti semplici, ridotti al minimo, come delle vignette in bianco e nero. Ma come le vignette di un fumetto, i dogmi non sono un punto di arrivo, ma piuttosto il punto di partenza su cui costruire la nostra storia personale. E allora la nostra fede è vero che si basa su dei dogmi, ma si gioca negli spazi vuoti, in quello che i dogmi non dicono.

  • Efisio Carrube

    Bravo confratello! Oramai sei irrimediabilmente …. gesuita doc.!

  • Tanta stima!

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress